Cappotto per la casa: perché farlo?

cappotto-casa-perche-farlo.png

Il cappotto per la casa è tra i sistemi d’isolamento termico più utilizzati per aumentare l’efficienza energetica degli edifici. La tecnica del cappotto inizialmente è stata utilizzata per l’isolamento termoacustico ma, negli anni, dopo averne constato i benefici anche per quanto riguarda l’efficientamento energetico, sono sempre più numerose le famiglie che hanno deciso di utilizzarla per la propria casa.

Da dove nasce l’idea del cappotto termico? Negli anni l’attenzione legata al risparmio energetico dal riscaldamento della casa si è allargata, fino a considerare che oltre al contenuto di una casa, è necessario curare anche l’involucro.

Oltre al risparmio anche la struttura della casa ottiene un grosso vantaggio con il cappotto perché:

  • Per le nuove abitazioni permette di ridurre notevolmente lo spessore dei muri perimetrali
  • Per le abitazioni preesistenti il rivestimento del cappotto facilita l’accumulo del calore che viene rilasciato gradualmente all’interno dell’abitazione, garantendo in questo modo un clima interno confortevole.

Cappotto per la casa: perché sceglierlo?

Migliora il comfort della Casa
Il cappotto genera comfort in casa perché, come abbiamo visto prima, è in grado di preservare la temperatura interna della casa così da avere sia d’estate che d’inverno una temperature gradevole.

Ti fa risparmiare sulla bolletta
L’isolamento a cappotto riduce le bollette perché abbatte notevolmente la dispersione termica, punto dolente di molte abitazioni, soprattutto quelle datate poiché solo negli ultimi anni è stata data importanza all’isolamento termico. Controllare la dispersione di calore d’inverno e di aria climatizzata d’estate è la giusta soluzione per risparmiare su riscaldamento e condizionatore.

Ti Protegge dal Caldo e dal Freddo
Il cappotto termico non ti protegge solo dal freddo come si potrebbe invece dedurre dal suo nome, è molto utile anche per raffrescare la casa. Un isolamento termico ben fatto, può ostacolare il passaggio di calore dall’esterno verso l’interno dell’edificio quindi non dovrai aumentare la temperatura d’inverno e diminuire quella del condizionatore d’estate.

Rispetta l’Ambiente
L’isolamento a cappotto salvaguarda l’ambiente e fa risparmiare al pianeta almeno 630 kg di CO2 per abitazione ogni anno (fonte: Airlite) poiché, riducendo la dispersione termica, di conseguenza si abbasserà l’uso dei sistemi di riscaldamento e di condizionamento.

Cappotto Interno contro Cappotto Esterno: pro e contro.

Il rivestimento a cappotto non viene applicato solamente alle pareti esterne dell’edificio, questa tecnica di isolamento può essere applicata anche all’interno. L’applicazione esterna è quella più diffusa per questo, sempre più famiglie, decidono di ricoprire la facciata e le pareti della propria abitazione con pannelli isolanti incollati o fissati da tasselli, seguiti poi da un’intonacatura e da uno strato di finitura.

Il vantaggio in questo caso è legato alla praticità della messa in posa perché all’esterno è molto più facile, non ci sono oggetti da spostare e non si dovrà sacrificare nessun cm della propria abitazione. Al contrario, chi abita in condominio è costretto a intervenire con un cappotto interno, andando ad incidere sulla metratura della casa e, altro aspetto importante, quando si applica un cappotto all’interno della casa bisogna prestare attenzione agli impianti.


Come abbiamo visto il cappotto è uno dei modi per risparmiare sulla bolletta, vuoi sapere quali sono gli altri 6 modi per rendere efficiente la tua casa e risparmiare sulla bolletta?
Scarica subito la guida gratuita in formato pdf, per leggerla comodamente da PC, Smartphone e Tablet.

 

Condividi questo articolo!