Termosifoni, Termoconvettori ad Acqua, Fan Coil: Pro e Contro

Termosifoni-Termoconvettori-ad-Acqua-e-Fan-Coil.jpg

L’autunno è in pieno svoglimento e le temperature si abbassano, quale momento migliore per fare il punto sul tipo di riscaldamento migliore per rendere il nostro inverno più piacevole, almeno all’interno delle nostre abitazioni?

Termosifoni, termoconvettori ad acqua o fan coil? Vediamolo insieme.

Termosifoni 

Nonsarà è il tipo di riscaldamento più efficiente e confortevole, ma dicerto è tra i più diffusi nelle abitazioni che hanno più di 10 anni. Il termosifone propaga il calore generato dall’acqua che scorre al suo interno, che viene scaldata dalla caldaia e che arriva allo stesso tramite un sistema di tubazioni, spesso ubicate sotto il pavimento. 

Quanto consumano? 

In realtà, stimare il consumo al metro quadro del gas per il riscaldamento non è semplice, perché dipende da tanti fattori:

  • Isolamento termico dell’abitazione (meno la casa è isolata dall’esterno, più aumentano i costi)
  • Efficienza e condizioni impianto riscaldamento
  • Zona territoriale
  • Volume e orientamento della casa
  • Abitudini degli abitanti 

Immaginiamo una casa di 10 anni fa con termosifoni, di 100 metri quadri e abitata da 4 persone: in media il consumo è di 1.200 euro l’anno.

Nelle case si sta sempre più diffondendo un’altra tipologia di riscaldamento, quella a pavimento, che se ben gestita permette di risparmiare molto e aumentare il comfort.

 I Contro del Termosifone 

  • Insalubrità dell’aria ambiente (vengono messe in circolo delle polveri contenenti sostanze nocive che andremo a respirare).
  • Ristagni d’aria e stratificazione dell’aria sul soffitto (che significa disagio termico per le persone e spreco di combustibile con conseguente aumento dei costi).
  • Eccessiva disidratazione dell’aria ambiente (che provoca mal di testa, irritazione delle mucose e altri fastidi). 

 

Termoconvettori ad Acqua 

Il termoconvettore ad acqua è azionato da una caldaia, da una pompa di calore o da un  sistema ad energia solare.

A differenza del termosifone, che necessita di temperature di “mandata” (cioè la temperatura dell’acqua presente nei tubi che vanno ad alimentare l’impianto di riscaldamento) piuttosto alte per riscaldare in modo efficace, questo tipo di termoconvettore può essere attaccato a sistemi a bassa temperatura e l’acqua calda che entra, a circa 40° nei modelli più innovativi che riescono a sfruttare al massimo una bassa temperatura di mandata, crea subito un riscaldamento dell’ambiente per convezione naturale.

Pro e Contro dei Termoconvettori ad Acqua

  • Più efficace di un termosifone a parità di temperatura dell’acqua, nonché più rapido a riscaldare. (per riscaldare 50 mq è sufficiente mezzora).
  • Maggiore salubrità dell’aria.
  • Costa di più rispetto al termosifone, ma consuma meno.
  • Differenza di temperatura che si avverte a livello del pavimento, soprattutto quando il riscaldamento è appena stato acceso.

Fan Coil 

I fan coil, o ventilconvettori, producono un flusso d’aria forzata attraverso il ventilatore di cui sono equipaggiati. Questa massa sempre in movimento produce un attivo ricircolo all’interno dell’ambiente, impedendo la formazione di ristagni e di zone in cui si creano stratificazioni.

I ventilatori prelevano principalmente l’aria dell’ambiente (da scaldare o raffreddare) reperendola da un’apertura posta in basso all’apparecchio.

Una volta entrata l’aria viene prima filtrata e poi spinta dal ventilatore verso la batteria di scambio termico. Qui, per convezione forzata, questa scambia calore con l’acqua. 

  • Quando siamo in regime di riscaldamento il calore viene prelevato.
  • In regime di raffreddamento il calore viene ceduto.

Quando l’aria viene raffreddata si effettua anche un processo di deumidificazione, con produzione di liquido di condensa che viene raccolto nella vaschetta installata sul fondo della loggia della batteria.

Il fan coil è utilizzato più in spazi commerciali, uffici, e meno in appartamenti che invece hanno l’esigenza di un calore più duraturo e di mantenere una temperatura costante. 

Pro e Contro dei Fan Coil

  • Sono dotati di un filtro che ha la funzione di trattenere le polveri, depurando l’aria.
  • I filtri vanno continuamente puliti per garantire la qualità dell’aria.
  • La bocchetta di espulsione è posta direttamente rivolta verso l’ambiente da riscaldare. In questo modo, contrariamente al termosifone, non vi sono perdite di calore per radiazione verso la parete posteriore all’apparecchio.
  • Rappresenta una forma più ecologica rispetto al radiatore, in quanto utilizza temperature più basse per riscaldare.
  • La temperatura non è uniforme, ci sarà comunque più caldo in alto.
  • I tempi per riscaldare la stanza sono minori rispetto al termosifone. 

Per avere tanti altri consigli, sapere tutto su come ridurre i consumi ed evitare di sprecare soldi ed energia, scarica gratuitamente la nostra Guida.

Clicca qui e riceverai il formato PDF da leggere a casa tua.

 

Condividi questo articolo!